Vincenzo Abate SEO Copywriter

//Vincenzo Abate SEO Copywriter

Vincenzo Abate SEO Copywriter

By | 2018-05-07T07:16:41+00:00 marzo 23rd, 2018|Interviste|

Se non sai chi è e cosa fa un copywriter, oggi avrai modo di approfondire l’argomento con un professionista del settore, Vincenzo Abate (SEO Copywriter per Keliweb).

vincenzo abate copywriter

Ciao mi chiamo Vincenzo, ho 33 anni, sono nato e cresciuto a Cosenza. Dopo gli studi in Filosofia e Scienze Umane ho fatto diversi lavoretti, in attesa di una qualche occasione che mi permettesse di vivere grazie alla scrittura, mia grande passione. L’opportunità è arrivata nel 2014 quando sono stato chiamato a occuparmi del blog e dei canali social del provider Keliweb.

Ciao Vincenzo parlaci un po’ del mondo del Copywriter

Quello dei copywriter è un mondo vasto, sconfinato… ma in realtà anche così piccolo. Come in ogni settore che si rispetti, composto da esseri umani, vi sono simpatie e antipatie, a volte si possono creare tensioni ma anche collaborazioni interessanti.

Nel corso di questi ultimi anni ho avuto esperienze in entrambi i sensi. Insomma, alla fine dei conti posso dire che i copywriter non hanno niente di eccezionale rispetto ad altre categorie di esseri umani (perdonami ma ogni tanto il filosofo che è in me esce fuori).

Detto questo, forse l’unica cosa che ci contraddistingue è che raramente al nostro lavoro viene data una qualche importanza.

Cosa fa un Copywriter?

Un copywriter, per i non addetti ai lavori, è quello che campa scribacchiando qualcosa sul web. È triste da dire ma sostanzialmente le cose stanno così, è questo il modo in cui siamo visti dall’esterno o dagli specialisti del settore informatico come webmaster, SEO, sistemisti e programmatori.

In realtà il copywriter è colui che si occupa della stesura dei testi, sia per quel che riguarda un blog che un sito web.

Il lavoro di copy è molto importante perché è soprattutto con le parole che un’azienda riesce a colpire l’interesse del proprio pubblico.

Come si di diventa Copywriter?

Io penso che per metà ci si nasca e per metà ci si diventi. Mi spiego meglio: è chiaro che per fare un lavoro del genere bisogna avere, secondo me, una naturale predisposizione alla scrittura.

Se ami scrivere, raccontare storie, costruire testi per diverse cose, allora hai già una base di partenza importante. Questo però diventa inutile se non abbini a questa tendenza naturale una forte dose di:

  • studio
  • approfondimento
  • analisi
  • test
  • prove

Per diventare copywriter bisogna quindi avere innanzitutto la passione per le parole e le varie forme di linguaggio, dopodiché devi studiare il settore attraverso la lettura di testi e manuali sull’argomento.

A tal proposito, mi permetto di cominciare dai 10 libri sul copywriting che ho consigliato sul blog di SEMrush.

Tu come hai iniziato?

Come accennato all’inizio, io ho iniziato nel momento stesso in cui sono stato contattato da Keliweb per scrivere gli articoli del blog.

Non avevo mai sentito parlare di questo settore, ma ho sempre amato scrivere (ho fatto anche qualche pubblicazione) e per questo mi è stata offerta questa possibilità di produrre contenuti per l’ambito aziendale.

Per chi lavori oggi?

Ho fatto diverse esperienze in questi anni, ma attualmente lavoro come copywriter e social media manager per Keliweb e ho un altro paio di collaborazioni con l’azienda Altragamma e con la web agency Good Working.

Quanto è importante in azienda il copywriter?

Non per sembrare eccessivamente di parte, ma penso che il copywriter sia una figura imprescindibile per il business di oggi.

Il copywriter è colui che costruisce l’identità di un Brand, che crea interazioni e un rapporto diretto con gli utenti, che avvicina quindi l’azienda di turno alle persone.

Non solo, è grazie ai messaggi sviluppati del copywriter che può aumentare il traffico in entrata verso un sito web, aumentando così di gran lunga le possibilità di raggiungere gli obiettivi prefissati.

Ci consigli di fare un corso Copywriter?

Il mio consiglio è quello di studiare, di leggere libri sull’argomento, di seguire qualche webinar o qualche dibattito su YouTube.

Certo, seguire un corso professionale può dare quel quid in più, ma prima di pensare a questa eventualità penso sia meglio crearsi una propria base di conoscenze.

Fatto questo, allora si può pensare di iscriversi a un corso per affinare il proprio bagaglio culturale e per migliorare le competenze.

Imparare dai migliori professionisti del settore è una bella fortuna, ma per cominciare è sufficiente seguire questi individui e sopratutto seguire:

  • il loro lavoro
  • vedere come interagiscono con le persone
  • come scrivono
  • che taglio danno ai loro pezzi e utilizzare poi questo bagaglio di conoscenze per trovare un proprio stile personale.

Al di là dei grandi nomi del settore (penso per esempio a Riccardo Esposito, a mio modesto parere il numero uno della categoria) il mio consiglio è quello di iniziare a dare uno sguardo anche a coloro che magari non sono ancora super affermati ma che lo saranno nel giro di un po’ di tempo, personaggi in crescita che stanno costruendo passo passo il proprio successo. Io ne ho selezionati alcuni nella mia lista dei 10 migliori copy emergenti.

Qualche consiglio per chi vuole imparare a scrivere per il web?

Come detto in precedenza, studiare tanto e seguire gli altri professionisti. Penso sia questa la maniera migliore per attingere quante più informazioni e poi metterle in pratica.

L’importante è tenere ben presente che non bisogna commettere l’errore di voler emulare qualcuno, l’obiettivo deve essere infatti quello di voler definire un proprio stile e un linguaggio personale.

Diventa ciò che sei, fai in modo che la tua scrittura abbia una sua impronta ben definita pur se essa viene utilizzata per diversi settori.